The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ANTILLE

Antille Olandesi: l’anniversario infelice della dissoluzione

Rimane da capire se, come dice van Raak, è il sottobosco criminale ad aver colonizzato le Antille, senza che vi siano state particolari responsabilità postcoloniali da parte dell'ex-madrepatria

di Massimiliano Sfregola e Paolo Rosi

 

È notizia di ieri che il PVV, nel corso del dibattito parlamentare alla Kamer, si è scontrato con i socialisti dell’SP in merito alla questione di Aruba, Curaçao e St. Marteen, triade di stati oggi parte del Regno dei Paesi Bassi, che secondo gli esponenti del Partito per la Libertà dovrebbero diventare territori distaccati di un Commonwealth.

Certo che l’anniversario della dissoluzione delle ex-Antille Olandesi, avvenuta ufficialmente il 10 ottobre di sette anni fa, non sarà celebrato a cuor leggero visto i problemi (e non pochi) che affliggono economia e società degli stati “costituenti”.

Da una parte Curaçao è nodo fondamentale del traffico di droga proveniente dal Sudamerica e diretto verso l’Europa. Un commercio illegale che negli ultimi tempi, secondo quanto riportato dallo Spiegel, sta mettendo radici anche in Germania. Dall’altra lo stato, circa 150 000 abitanti, deve affrontare diseguaglianze e disoccupazione in aumento (dati Unicef) e una situazione economica precaria, basata prevalentemente su servizi (più dell’80% sul totale) e raffinazione del petrolio.

Anche St. Maarten condivide problemi simili, sommati a una crisi diplomatica con il Regno dei Paesi Bassi, come riportato mesi fa dai maggiori quotidiani nazionali, scoppiata quando il presidente dell’isola ha deciso di bloccare l’arrivo di un “pool” anti-corruzione della polizia olandese.

Il problema sembra infatti essere una classe politica prossima ai poteri forti di aziende internazionali, che scelgono St. Maarten per le agevolazioni fiscali, al business miliardario dei casinò e a quello (illegale) del riciclaggio di denaro sporco.

Tutte problematiche raccontate anche da Ronald van Raak, ex parlamentare dell’SP, al Curaçao Chronicle. Non a caso, afferma il politico, nei corridoi della Kamer si parla spesso di come “sbarazzarsi” delle isole, al centro di una situazione problematica per governo e maggioranza.

Rimane da capire se, come dice van Raak, è il sottobosco criminale ad aver colonizzato le Antille, senza che vi siano state particolari responsabilità postcoloniali da parte dell’ex-madrepatria.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!