La polizia olandese sta cercando un’auto di colore  scuro in connessione con un pilone delle telecomunicazioni incendiato sulla A67 vicino a Maasbree  il 1 ° maggio. Il pilone,  situato nel parcheggio Deersels è solo uno dei tanti andati a fuoco nelle ultime settimane in una serie di incendi legati al varo della tecnologia 5G.

Dal 3 aprile si sono registrati 14 attacchi incendiari ai trasmettitori, ma non è chiaro se il responsabile sia la stessa persona. Gli incendi vengono collegati ai complottisti anti-5g, i quali sostengono che esista una correlazione tra il coronavirus e l’introduzione dei servizi 5G nei Paesi Bassi.

Un gruppo olandese Facebook di anti 5G conta ora 32.000 membri.