Due pagine del diario di Anne Frank, fino a ora illegibili, sono state analizzate con tecniche digitali che hanno consentito di rivelarne il contenuto. A sostenerlo è l’Anne Frank Foundation in una conferenza stampa tenuta questo pomeriggio.

Le pagine contengono tre “storielle” e aneddoti su sesso e prostituzione, contenuti che la giovane Anne aveva quindi coperto incollando della carta marrone.

L’esistenza delle due pagine era già nota e riferimenti al sesso sono presenti anche in altri passaggi del diario.

Sulla prima delle due pagine alcune parole sono state cancellate da lei in modo tale da non essere più leggibili: “userò questa pagina per scrivere battute “vergognose ” si legge ora.

Con l’aiuto dell’Istituto Huygens per la storia olandese, specializzato nell’utilizzo della tecnologia applicata all’indagine storica, il testo è stato reso leggibile.

Ronald Leopold, direttore della Casa di Anne Frank, sottolinea che la fondazione si sente obbligata a pubblicare i testi registrati: “il diario di Anne Frank viene letto da milioni di persone e pensiamo di dover condividere queste informazioni.”