La polizia ha ritrovato nel pomeriggio di giovedi il corpo senza vita della 25enne Anne Faber scomparsa quasi due settimane fa dopo un giro in bicicletta nei pressi di Utrecht. Il ritrovamento è avvenuto in una riserva naturale vicino a Zeewolde, cittadina sul lato orientale del Flevoland.

La polizia aveva già avvertito la sua famiglia mercoledì sera di essere in possesso di informazioni specifiche che conducevano nella zona.

L’uomo arrestato nell’indagine per la sua scomparsa è di Zeewolde e aveva dato alla polizia informazioni specifiche su dove sarebbe stato ritrovato il corpo. Ancora non è chiara la dinamica del decesso.

Le indagini erano partite da Baarn, vicino ad Utrecht, luogo da cui la 25enne aveva inviato un selfie agli amici, l’ultimo contatto avuto prima della scomparsa. Gli inquirenti si sono concentrati poi su Soest, dove il suo telefono ha dato l’ultimo segnale. Alcuni oggetti personali erano stati poi rinvenuti nei pressi di Huis ter Heide.

Dopo 10 giorni di indagini senza risultati, la svolta: un 27enne pregiudicato che sta scontando 12 anni per stupro in una clinica psichiatrica non lontano dall’itinerario è stato interrogato perchè ritenuto coinvolto nell’omicidio. Stando al Telegraaf, l’uomo godeva di un regime di semi-libertà “esclusivo” e ben oltre la legge. Il ministro della giustizia ha annunciato l’avvio di un indagine.