Il governo sta valutando i consigli da offrire agli olandesi sulle vacanze estive di quest’anno.  Lo ha dichiarato il primo ministro Mark Rutte durante la conferenza stampa di martedì sera.

In Olanda viaggiare è consentito solo se strettamente necessario. Il governo studierà la politica degli altri paesi per arginare un potenziale rischio di infezione in vacanza. Ma, alcuni paesi dell’UE, come l’Italia e la Grecia, stanno pianificando di aprire i loro confini nel prossimo futuro. Rutte ha detto di non voler correre rischi quando le persone entreranno in Olanda dall’estero.

Il ministro degli Esteri Stef Blok è già stato in contatto con l’Italia in merito ai consigli formali di viaggio per la popolare destinazione turistica, che rimane accessibile solo come meta di viaggio essenziale. L’Italia ha in programma di riaprire al turismo il 3 giugno.

Turismo si, turismo no?

La ricerca NBTC-NIPO all’inizio di questo mese ha mostrato che circa 7,2 milioni di persone stanno attualmente pianificando le vacanze quest’anno, -39% rispetto ai dati dell’anno scorso. Il sondaggio ha mostrato che circa cinque milioni di persone vogliono andare all’estero, un -43% rispetto al 2019. Germania, Francia e Spagna sono tradizionalmente le destinazioni più popolari per i turisti olandesi.

Nel frattempo, la sindaca di Amsterdam, Femke Halsema, ha affermato di essere preoccupata da una possibile “invasione” di turisti una volta aperti i confini. “Dobbiamo renderci conto di quanto siamo vulnerabili”, ha detto Halsema in un dibattito con i consiglieri della città. È già abbastanza difficile per gli 800.000 residenti della città mantenere una distanza di 1,5 metri l’uno dall’altro, senza l’ulteriore problema di migliaia di turisti, ha detto. La sindaca ha detto che il governo non dovrebbe per forza incitare al turismo, nazionale o internazionale che sia. Il rischio, secondo lei, sarebbe quello di Amsterdam come epicentro di una seconda ondata.

Stato delle infezioni

I dati dell’istituto di sanità pubblica RIVM mostrano che la provincia di Zuid-Holland ha ora il più alto tasso di nuove infezioni da coronavirus, seguita da Olanda Settentrionale. Noord-Brabant, dove il virus ha preso piede per la prima volta, sembra ora avere la diffusione saldamente sotto controllo, con solo 22 infezioni a Eindhoven nella settimana al 17 maggio. La maggior parte delle nuove infezioni di quella settimana sono state a Rotterdam (101), Amsterdam (95) e L’Aia (73).