Due turisti sono caduti vittima di un sequestro il 25 febbraio scorso, stando a quanto riferisce AT5. I due uomini, dei quali non sono note generalità, sarebbero stati avvicinati in un club su Handboogstraat da un uomo, che si presenta come Max e propone loro di andare a una festa.

I tre sarebbero saliti su un’auto con altri due uomini; uno dei due dice di doversi cambiare per la serata e devia verso Amsterdam West. I passeggeri salgono nell’abitazione e lì l’atmosfera amichevole sarebbe, improvvisamente, cambiata: uno dei turisti sarebbe stato malmenato e entrambi gli uomini sono stati minacciati con armi da fuoco.

I due sono stati costretti a consegnare i loro oggetti personali e il pin delle carte ma sono rimasti in ostaggio per diverse ore. “I due turisti erano davvero spaventati, temevano per le loro vite”, dice un portavoce della polizia al programma AT5 Bureau 020. Dopo un breve viaggio, i turisti vengono portati a Sloterdijk.

Nelle ore di prigionia, alcuni dei sequestratori sarebbero andati in diverse zone della città per prelevare contante con le carte dei due malcapitati.

Stando al racconto dei turisti ci sarebbero state altre persone nell’appartamento, donne soprattutto ma non è chiaro se sapessero o meno del sequestro in corso.