L’associazione dei medici di base LHV chiede che anche i medici di base siano vaccinati contro il Covid nel primo gruppo che farà partire il programma, dice NOS. L’associazione afferma di essere in “intensa consultazione” con il Ministero della Salute. L’associazione prevede di finalizzare e annunciare oggi gli accordi con il ministero.

La consultazione non si è ancora conclusa del tutto, “quindi non possiamo ancora riferire con certezza sui risultati”, scrive l’LHV sul suo sito.

L’associazione è intervenuta dopo che ieri è stato annunciato che il personale in terapia intensiva entra a far parte del primo gruppo di vaccinati in Olanda.  LHV sottolinea che anche i medici di base svolgono un ruolo importante nelle cure di emergenza.

I medici di base hanno espresso insoddisfazione sui social, per essere stati esclusi dal primo gruppo che potrà accedere ai vaccini: “Ottimo lavoro, ma ci sono anche medici di base nel nostro paese. Sono in prima linea 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e si sentono dimenticati”, scrive un medico di famiglia a Capelle aan den IJssel sotto un post di Ernst Kuipers, dice NOS.