L’Emma Kinderziekenhuis di Amsterdam stima che tra 300 e 400 bambini in Olanda soffrano di gravi disturbi dopo un aver contratto il Covid. L’ospedale, che fa parte dell’Amsterdam UMC, ha aperto un ambulatorio per i bambini affetti dai sintomi a lungo termine del Covid-19, dice il Parool.

Proprio come gli adulti, nei quali la sintomatologia spesso persiste a lungo dopo il contagio, i bambini sono ancora malati a distanza di mesi dal contagio. “In linea di massima, i bambini si ammalano relativamente poco. Nonostante ciò, c’è un piccolo gruppo che soffre molto a causa delle conseguenze del virus”, dice al Parool Suzanne Terheggen-Lagro, pediatra pneumologa e promotrice dell’ambulatorio. 

“Stimiamo che in Olanda ci siano tra 300 e 400 bambini che mostrano ancora gravi disturbi dopo il contagio da coronavirus”, dice la pediatra Giske Biesbroek. Circa 130 di questi bambini hanno sviluppato una sindrome infiammatoria multisistemica tra due e sei settimane dopo aver contratto il virus. Metà di loro sono finiti in terapia intensiva a causa del disturbo. 

La sindrome infiammatoria multisistemica si presenta come un’improvvisa febbre alta qualche settimana dopo il contagio. Il 90% soffre anche di disturbi addominali, come vomito e diarrea. “Inoltre, i piccoli possono presentare eruzioni cutanee, arrossamento degli occhi, screpolamento delle labbra, e in gran parte di loro, la sindrome colpisce anche il cuore”, afferma Biesbroek. 

Gli specialisti dell’Emma Children’s Hospital hanno avvertito i medici di tenere d’occhio questa sindrome.