Ad accompagnare Sinterklaas per il suo arrivo ad Amsterdam, il 13 novembre prossimo, non ci sarà Zwarte Piet. Da quest’anno, dice l’agenzia ANP, l’aiutante delle polemiche verrà sostituito in tutte le celebrazioni ufficiali nella capitale da “Piet lo spazzacamino”; niente più facce dipinte di nero quindi, ma solo sporche di fuliggine.

Il comitato organizzatore di Amsterdam vuole assicurarsi che tutti i bambini, comprese quelli appartenenti a minoranze non occidentali, siano in grado di godere della festa, ha detto la portavoce Pam Evenhuis. Già lo scorso anno la metà degli Zwarte Pieten era stata sostituita dalla versione “moderna e inclusiva”: “Molte persone non considerano Zwarte Piet l’aiutante di Sinterklaas ma il suo schiavo”, ha detto la Evenhuis ad ANP. “Il periodo della schiavitù è una macchia nella storia olandese.”

I personaggi intorno Sinterklaas sono cambiati continuamente nel corso della storia, prosegue la portavoce del comitato, aggiornandosi con i tempi. Ad esempio, fino agli anni ’70 non erano ammesse “Pieten donne”.

Il sindaco Eberhard van der Laan è stato informato di tale decisione. Sinterklaas giungerà ad Amsterdam domenica 13 novembre – il giorno dopo l’arrivo a Maassluis.

Mentre RTL ha annunciato di recente l'”addio a Zwarte Piet”, NTR, produttore del Sinterklaasjournaal non ha fatto alcuna dichiarazione su come Piet apparirà quest’anno. Figure storiche del programma come Erik van Muiswinkel, Jochem Myjer e Dolores Leeuwin si erano dimessi alcuni mesi fa, in protesta contro la decisione degli autori di non rivedere la figura dell’aiutante di Sinterklaas.