Westerpark e il quartiere circostante sono sotto pressione, soprattutto ora che il parco e la stagione dei festival sono al nastro di partenza. Il comune sta pensando, quindi, alle misure da prendere per evitare che i disagi superino il livello di guardia.

L’amministrazione della città sta considerando l’ipotesi di lavorare sul complesso adiacente, un parco giochi e il cimitero di Santa Barbara per allargare la superficie del parco.

Westerpark, tra pendolari, residenti e turisti sarà prossima al collasso nella stagione dei festival e del bel tempo alle porte.

Dall’altra parte della ferrovia Haven-Stad, tra l’altro, sta per sorgere una città delle dimensioni di Haarlem, una situazione che rischia di aggravare ulteriormente l’affollamento della zona.

“Westerpark a prova di futuro” è un progetto lanciato dal comune per immaginare insieme ai residenti quale sia il miglior modello di sviluppo per l’area. Il cosiddetto memorandum di principi non è certamente un piano definitivo, ma gli Amsterdammers possono già esprimere la loro opinione.

Se l’espansione pensata dal comune avesse luogo, Westerpark diventerebbe di 106 ettari, quasi il doppio di Vondelpark.

Vivibilità e tradizione della zona devono convicere, dice ancora il comune: per questa ragione, i 637 volkstuinen -i giardini urbani privati- rimarranno mentre l’obiettivo è quello di ampliare la zona.

Il problema, tuttavia, rimane intatto: come farà il comune a rendere “attraenti” i giardini privati oppure il cimitero ai visitatori?

Una delle idee è di rendere i giardini privati accessibili e di creare un nuovo ingresso per il cimitero. Il futuro di Westerpark, insomma, è ancora in decidere.