Amsterdam non poteva imporre l’obbligo di registrazione a chi affitta su Airbnb perchè affittare sui portali è illegale, ha stabilito il Raad van State, il massimo organo di giustizia amministrativa olandese. In principio non è possibile affittare temporaneamente perchè la legge nazionale lo vieta ma con una licenza, i comuni possono disporre in maniera diversa.

A chiudere la partita è stato il tribunale amministrativo che si è pronunciato sul caso di una donna multata per non aver registrato il suo affitto sul portale. Il comune di Amsterdam, infatti, scrive RTL Z, ha escogitato lo stratagemma di consentire di affittare sui portali senza licenza a chi registrasse i suoi dati presso la municipalità. La donna in oggetto del contenzioso non aveva ottemperato all’obbligo stabilito dal comune e per questo è stata multata ma secondo il tribunale, quel precetto amministrativo violava la legge nazionale. Quindi quella sanzione non è dovuta.

Cosa succederà, ora? Tecnicamente il comune potrà dare il via libera all’affitto solo in presenza di una licenza ma il comune o Airbnb hanno detto no ad un commento, dice RTL Z.