TECH

TECH

Amsterdam, inaugurata la prima Bicycle Architecture Biënnale

Inaugurata ad Amsterdam la prima Bicycle Architecture Biënnale a livello internazionale: l’esposizione è stato realizzata per mostrare lavori e progetti di design circa le soluzioni eco-sostenibili che riguardano il mondo ciclistico e la ciclabilità urbana.

La città di Amsterdam è stata scelta per via delle politiche messe in atto dall’amministrazione per migliorare e accrescere la mobilità ciclabile. Il progetto ha anche una valenza simbolica poiché punta ad evidenziare come il ciclismo possa migliorare la qualità della vita urbana e come, grazie al design, possano essere trovate delle soluzioni sia per integrare i percorsi ciclabili con l’ecosistema urbano, sia per avvicinare le persone a questa pratica.

Il progetto è stato curato dal professor Steven Fleming ed ha ospitato le opere di 14 designers internazionali come ad esempio il West Village Basis Yard, complesso residenziale disegnato dalla Jiakun Architects in cui i ciclisti possono scendere in sella alla loro bici persino dal decimo piano o lo SkyCycle che prevede delle piste ciclabili sopraelevate che si sviluppano al di sopra delle linee tramviarie di Londra.

L’esposizione è stata presentata al Zuiverungshal al Westerpark di Amsterdam ed il suo curatore ne ha così parlato: “Questa mostra mira a mettere in evidenza edifici o progetti che vogliono creare un tappeto rosso per le biciclette e che non si limitano al solo marciapiede. La ciclabilità può modificare l’architettura urbana e proiettarla verso un futuro evoluto e sostenibile”.

Queste invece le parole di Lee Feldman, co-fondatore di CycleSpace, agenzia organizzatrice dell’evento inaugurale: “Amsterdam ha dimostrato come rendere più vivibile un contesto cittadino mettendo la ciclabilità al primo posto tra le priorità di un’amministrazione. Ci sono tante idee in giro per il mondo, progetti a cui hanno lavorato architetti, urban planners, designers, futuristi ed abbiamo deciso che raccoglierne le testimonianze e mostrarle al pubblico sia il modo migliore per incoraggiare ed ispirare idee ancora più importanti in futuro”.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli