CULTURE

CULTURE

Amsterdam valuta apertura di un museo sulla schiavitù

Il comune di Amsterdam ha annunciato che sta esplorando la possibilità di aprire un museo sulla storia dei Paesi Bassi nel commercio transatlantico di schiavi.

Lo scopo di questa esplorazione è quello di tracciare in modo sostanziale cosa dovrebbe includere questo museo e come dovrebbe essere, ha detto il comune. Amsterdam ha collaborato con l’agenzia per l’innovazione IZI Solutions, la fondazione Museum without Walls e l’istituto nazionale per il passato e l’eredità della schiavitù olandese NiNsee per questo prodotto. Sono stati reclutati una serie di esperti esterni, “con una vasta e diversificata esperienza in settori come la storia della schiavitù, l’inclusione e la cultura”, per aiutare con questa esplorazione.

“Sempre più persone sono consapevoli delle dimensioni e delle conseguenze del nostro passato di schiavitù e del modo in cui la sua eredità continua a influenzare la società di oggi”, ha affermato Rutger Groot Wassink, consigliere di Amsterdam per la diversità. “Il riconoscimento, la comprensione e la connessione iniziano con la conoscenza dei fatti. Questo lato doloroso della nostra storia deve quindi avere un posto chiaro nella memoria collettiva. Questa esplorazione è un passo importante verso una struttura museale nazionale. Ho piena fiducia nella conoscenza e capacità delle persone coinvolte nell’esplorazione e attendo con impazienza le loro scoperte”.

Amsterdam vuole che questo museo aumenti la consapevolezza storica e la conoscenza della schiavitù e delle sue conseguenze tra un vasto pubblico e crei un collegamento con il presente, ha affermato la città. “Il punto di partenza è una struttura che integra e collega il museo esistente e le strutture culturali che affrontano il passato della schiavitù transatlantica.”

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli