NL

NL

Amsterdam, taxi su corsie di bus? Il comune vuole rivedere le regole dei permessi

David van der Mark, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

L’assessora alla mobilità di Amsterdam, Melanie van der Horst vuole dare uno sguardo “ancora più critico” alle corsie degli autobus consentite anche ai taxi: secondo lei, preoccupano i risultati di due indagini sugli incidenti di taxi, condotte dalla Fondazione per la ricerca scientifica sulla sicurezza stradale/Stichting Wetenschappelijk Onderzoek Verkeersveiligheid (SWOV).

Le indagini sono state condotte dopo che un precedente rapporto aveva mostrato che il numero di incidenti di taxi era aumentato nel periodo 2015-2018, soprattutto nei comuni di Amsterdam e Utrecht.

Il nuovo studio mostra che questo aumento non è continuato nel 2019. Fino al 2018, il numero di incidenti di taxi è aumentato insieme alla crescita del traffico del trasporto pubblico in auto: nel 2019 il traffico dei taxi ha continuato ad aumentare, mentre il numero di incidenti è diminuito.  

I ricercatori hanno anche concluso che il 20%del numero di incidenti di taxi si è verificato sulla corsia degli autobus di linea. Quasi tre quarti di queste collisioni sono accadute quando un ciclista, un pedone o un conducente di scooter ha attraversato la corsia degli autobus.

L’assessora vuole quindi dare uno sguardo ‘ancora più critico’ il prossimo anno alle corsie riservate agli autobus dove vige l’esenzione per i taxi: limiti di velocità o un inasprimento delle regole di condotta sulle corsie possono essere tra le soluzioni.  

SHARE

Altri articoli