L’Olympisch Stadion di Amsterdam ha rimosso questo pomeriggio una statua che fa il saluto romano, piazzata davanti allo Stadio, ad Amsterdam Zuid, dice NOS.

La statua in bronzo rappresenta un atleta che porta un saluto olimpico ma quando, dopo ricerche, è emerso che questo gesto è di origine fascista, si è deciso di spostare la statua.

La statua davanti all’ingresso dello stadio ha sollevato polemiche per anni ed è stata vandalizzata a più riprese. Nonostante fosse stato individuato un collegamento con il nazismo, l’opera d’arte risale al 1928, cinque anni prima che Hitler salisse al potere in Germania, tuttavia, una ricerca condotta dalla direzione dello stadio alcuni anni fa ha effettivamente rivelato un legame con il fascismo. Non ci sono prove storiche che gli antichi romani si salutassero in questo modo e il saluto ha origine in Italia all’inizio del secolo scorso, dal tema del dipinto Il giuramento degli Orazi, ricorda NOS.

Lo scultore olandese Gra Rueb realizzò la statua per i Giochi Olimpici di Amsterdam quattro anni dopo.

La statua alta 3 metri è stata rimossa questo pomeriggio e spostata nella tromba delle scale dello Stadio Olimpico: ai piedi della statua, verrà messa una targa che contestualizza la questione.

Marcel mulder, CC BY-SA 3.0 NL, via Wikimedia Commons