Il comune ha diritto di obbligare alla chiusura a tempo indeterminato la caffetteria del W Hotel su Spuistraat, ad Amsterdam. Lo avrebbe stabilito il giudice, respingendo un ricorso del locale. Il cafè era stato chiuso in seguito dopo una sparatoria a luglio, seguita al ritrovamento di una bomba a mano sull’uscio.

I colpi sparati da un’arma automatica contro l’ingresso della struttura e contro la vetrina di AH, hanno convinto la sindaca ad ordinare la chiusura immediata e a tempo indeterminato del bar. Ma nel ricorso presentato,  il direttore del bar ritiene che la pioggia di proiettili non fosse rivolta a loro. Crede inoltre che l’incidente con la bomba a mano non abbia nulla a che fare con la sparatoria di luglio.

Il manager dell’hotel, spiega ancora AT5, ha dichiarato che anche il cafè ha subito importanti cambiamenti nella struttura: l’ingresso è stato spostato e il locale ha assunto un aspetto completamente diverso. Ma secondo il giudice, questi elementi non hanno importanza: il comune ha motivi validi per l’ordinanza di chiusura a tempo indeterminato.