Il numero di conducenti di veicoli stranieri che hanno pagato le tariffe di parcheggio è stato del 49% nei primi tre mesi di quest’anno, scrive AT5. Il dato è emerso in risposta ad un’interrogazione dei cristianodemocratici CDA. 

Il presidente del partito Diederik Boomsma voleva sapere quanto spesso i turisti pagano il posto auto: ‘A causa della scarsità di posti auto in città, non dovrebbe essere consentito a chi non paga di sostare. Inoltre, la città perdere molte entrate “, ha detto il politico.

Il 49% è una cifra  calcolata tramite misurazioni a campione. Nel 2018 era il 53% e il calo nelle riscossioni potrebbe essere dovuto al fatto che Germania e Polonia non forniscono i dettagli dell’identità dei conducenti e quindi non è possibile incassare le multe. L’anno scorso, dice ancora AT5, sarebbe stato elevato l’equivalente di 1,7 milioni di euro in multe ma solo il 15% è stato effettivamente pagato.

Per questa ragione, dove possibile vengono applicate ganasce.