Più della metà dei giovani (tra 18 e 27 anni) che vivono ad Amsterdam hanno contratto una qualche forma di debito, alcuni fino al punto di non poter “sbarcare il lunario” senza assistenza, secondo uno studio condotto dal Gemeente. I risultati mostrano, infatti, come 76.000 su 130.000 giovani della Capitale olandese siano indebitati fino a migliaia di euro.

“Con servizi come prestiti studenteschi, assicurazione sanitaria e contravvenzioni, i debiti possono facilmente salire per un giovane”, afferma Christophe Geuskens, dirigente dell’associazione di consulenza Doras. I giovani, continua l’esperto intervistato da NU.nl, hanno abbastanza problemi in materia di debiti, a volte persone anche giovanissime che hanno tra i 30.000 o addirittura 40.000 euro in sospeso. E sempre più giovani, continua Geuskens, frequentano organizzazioni che offrono consulenze sul debito: il numero sarebbe infatti cresciuto del 50% solo lo scorso anno.

Il Comune di Amsterdam si dice preoccupato della situazione e afferma, nelle parole del wethouder Arjan Vliegenthart (in quota SP) di voler prevenire che i giovani affoghino nei debiti. Per questo il consiglio si starebbe concentrando sulla creazione di programmi di prevenzione da proporre nei luoghi d’incontro dei più giovani quali scuole, luoghi di lavoro e centri sociali.