NL

NL

Amsterdam, ricaricare un’auto elettrica in strada costa il doppio

Ludovic Hirlimann, CC BY-SA 2.0, via Wikimedia Commons

Ricaricare un’auto elettrica per strada ad Amsterdam diventa improvvisamente molto più costoso da questo mese: la maggior parte delle stazioni di ricarica, quelle di Vattenfall, addirittura raddoppiano la tariffa, da 31 a 68 centesimi al chilowattora, scrive il Parool.

Con un pacco batteria medio di 60 chilowattora, dove queste auto erano cariche a 19 euro, ora lo saranno a 41 euro, spiega il Parool. A TotalEnergies, la tariffa passa anche a 68 centesimi, IVA inclusa.

Il comune lascia l’installazione, la gestione e il funzionamento delle stazioni di ricarica a società energetiche come Vattenfall e TotalEnergies. Sia il comune che Vattenfall spiegano l’aumento dei prezzi dovuto al rapido aumento dei prezzi dell’energia e alla fine dell’IVA ridotta nel 2023, che aveva consentito lo scorso anno di pagare di meno.

Il comune e Vattenfall sottolineano inoltre che le tariffe per le stazioni di ricarica pubbliche stanno aumentando anche in altri comuni: “Il prezzo dell’energia è ovviamente alto per tutti”, afferma Vattenfall. Secondo un portavoce del comune, l’aumento nei comuni circostanti è a un livello comparabile. Ecco perché il comune afferma di non aspettarsi che l’incremento dei prezzi abbia conseguenze eclatanti, come la fuga degli automobilisti verso altre città. 

Vattenfall spiega, tuttavia, che l’acquisizione delle stazioni di ricarica da parte di Equans a partire dal 7 gennaii procede gradualmente per evitare interruzioni. Per quel periodo di transizione, che può durare non più di sei mesi, Vattenfall ha dovuto acquistare nuovamente l’elettricità alla tariffa costosa dell’epoca alla fine dello scorso anno.

 

SHARE

Altri articoli