Il deputato VVD Wybren Van Haga non è solo un rappresentante del popolo ma anche un imprenditore che ad Amsterdam e Haarlem possiede oltre cento proprietà. Nulla di illegale se non fosse, come scrive il quotidiano Parool che almeno una decina di inquilini dell’onorevole non è in regola: se il rispetto rigoroso della legge deve essere preteso da chiunque, questo principio vale di più per un deputato.

Van Haga è entrato in parlamento a fine ottobre subentrando ai colleghi di partito diventati ministri. Prima di allora, scrive il Parool, è stato consigliere comunale ad Haarlem per sette anni e prima ancora ha lavorato per Shell.

Stando al quotidiano di Amsterdam uno dei suoi inquilini l’avrebbe portato in causa per aver terminato il contratto di affitto prima del tempo mentre in altri appartamenti del suo portfolio, l’imprenditore-onorevole stava affittando casa violando i regolamenti comunali entrati in vigore il primo gennaio dello scorso anno, secondo i quali non è possibile per un proprietario di casa stipulare un contratto di affitto a più di due persone un appartamento condiviso a meno che non venga chiesta una licenza supplementare al comune e non vengano apportate modifiche all’immobile.

Modifiche, manco a dirlo, assenti nelle proprietà affittate dall’onorevole.

Al Parool che gli ha chiesto conto, Van Haga non si è scomposto: troppa rigidirà dal comune. speravo in un periodo di tolleranza.