Uno dei quattro sospetti ancora in custodia per l’omicidio del 24enne Bas van Wijk ha confessato l’omicidio, ha detto il Pubblico Ministero (OM) di Amsterdam. I quattro sospetti, tutti di Amsterdam, si sono presentati venerdì davanti al magistrato per l’udienza preliminare.

Si tratta di giovanissimi di 18, 19 e due di 20 anni che rimarranno in manette per due settimane. La loro detenzione potrebbe essere ulteriormente estesa dal giudice se venisse ravvisato il rischio di fuga oppure se le indagini dovessero richiederlo. La vicenda è accaduta una settimana fa quando Van Wijk era con gli amici a Oeverlanden Park in una famosa località balneare a Nieuwe Meer: uno dei 4 giovani arrestati ha tentato di rubare l’orologio di un amico e il 24enne lo ha affrontato.

Il 20enne in manette ha fatto fuoco e il gruppo si è allontanato dalla scena del crimine. Dopo 5 giorni, la politie è riuscita ad identificare 5 sospetti. Uno di loro è stato rilasciato subito mentre i quattro sono ancora in custodia.