Secondo l’associazione Control Alt Del, il 41% degli uomini di origine non occidentale ad Amsterdam è stato avvicinato dalla polizia, rispetto al 22%degli Amsterdammer bianchi. In quest’ultima categoria, il 9% è stato fermato dalla polizia per un controllo. La percentuale sale al 19% per gli Amsterdammer di origine non occidentale.

Le conseguenze del fermo sono comparabili in entrambi i gruppi: tanto bianchi quanto non occidentali hanno ricevuto una multa, un richiamo oppure sono stati invitati a recarsi alla stazione di polizia per lo stesso numero di volte.

L’indagine mostra anche che gli Amsterdammer di minoranza etnica, scrive NHL Nieuws, spesso ritengono il fermo privo di fondamento. Lo ha detto il 40% dei fermati non occidentali contro il 9% di bianchi. Quest’ultima categoria, inoltre, ritiene gli agenti più professionali ed educati nell’approccio.

I risultati di un’indagine condotta dalla stessa polizia di Amsterdam giungono a conclusioni simili: lo studio, pubblicato a febbraio, realizzato con 750 interviste a cittadini di Amsterdam.

Le minoranze, secondo lo studio, sono più spesso destinatari di controlli da parte della polizia, ricevono spesso meno spiegazioni e, a loro avviso, il contatto o il controllo sono più spesso ingiustificati.