NL

NL

Amsterdam, non più sole alla clinica per aborti: nasce la figura del “buddy”

Dall’autunno, “spalla per l’aborto” (“Abortusbuddy”) della Stichting Samen naar de Kliniek saranno disponibili per le donne che si recano alla clinica di Amsterdam per abortire. “Un amico non dovrebbe cercare lo scontro [con gli abortisti].”

“Abbiamo iniziato in risposta ai manifestanti [antiabortisti] nelle cliniche per aborti, ma sappiamo che a coloro che vogliono interrompere le gravidanze potrebbe dare conforto l’idea che qualcuno vada con loro, indipendentemente dai manifestanti”, afferma Djoeke Gerding, presidente di Stichting Samen naar de Kliniek a Het Parool. La fondazione formerà persone che possono guidare le donne durante la loro visita alla clinica per aborti ad Amsterdam.

Tali “buddy”sono già disponibili a Rotterdam, L’Aia e Utrecht e saranno disponibili anche ad Amsterdam, Zwolle, Groningen, Haarlem e Roermond dalla fine di quest’anno. 

Per formare un numero sufficiente di “buddy” di Amsterdam, la fondazione avvierà una campagna di reclutamento in estate: le persone selezionate ricevono una formazione approfondita. “Ad esempio, imparano a passare davanti ai manifestanti con qualcuno”, spiega Gerding. “Non è intenzione che un amico inizi una discussione e cerchi il confronto. Inoltre, lui o lei non giudica e non chiede informazioni sulla tua storia.

Secondo Gerding, l’empatia è la qualità più importante di un potenziale buddy.

L’intenzione è che in autunno le prime donne che visitano la clinica per aborti ad Amsterdam possano essere accompagnate da un amico. Le prime domande sono già state ricevute, afferma Gerding. “Sono molto contento dell’entusiasmo che stiamo vedendo”.

SHARE

Altri articoli