Dopo la crisi del corona, il consiglio comunale di Amsterdam spera che il turismo di massa e i disagi ai residenti rimangano un ricordo del passato. L’horeca e i negozi, secondo il comune, dovranno infatti concentrarsi sui residenti e non più sui turisti. Questo cambiamento di tono dovrebbe avvenire con nuove regole e con l’acquisto di edifici da parte della municipalità.

A scriverlo è la sindaca Halsema in una lettera al consiglio comunale. Al fine di ridurre l’offerta turistica, la Halsema vorrebbe un’offerta più diversificata di negozi e esercizi di ristorazione, che dovrebbe concentrarsi principalmente sui residenti. Per essere in grado di organizzare questo piano, la sindaca sta studiando se il comune possa acquistare degli immobili in modo tale da decidere la destinazione d’uso e le condizioni di affitto degli esercizi commerciali.

Per la Halsema, Leidseplein dovrebbe diventare il cuore culturale della città : ‘Le strutture sono già lì: Melkweg e Paradiso, i teatri  , il De Balie, i cinema Cinecenter, De Uitkijk e Pathé”, scrive il sindaco.

Il consiglio comunale deve sviluppare ulteriormente i piani e un progetto definitivo sarà pronto entro la fine dell’anno.