The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Amsterdam, Moco Museum vende un Banksy per evitare licenziamenti

Il Moco Museum di Amsterdam ha dovuto vendere un’opera d’arte per restare a galla. La vendita di un dipinto a olio grezzo dell’artista, intitolato Monkey Poison ha generato abbastanza profitto da evitare licenziamenti per i prossimi mesi, ha riferito il proprietario del museo Kim Logchies.

“Abbiamo una squadra affitata e durante il lockdown ci siamo riuniti a debita distanza. Ad aprile abbiamo deciso: terremo la squadra però dovremmo lasciar andare una delle opere. Non é stata una scelta facile per noi” continua Logchies.

Il pezzo venduto si è rivelato essere uno dei dipinti ad olio di Banksy. L’acquirente, di origine americana l’ha acquistato per circa due milioni di dollari. Ma il dipinto non scomparirà subito da Amsterdam. Il nuovo proprietario ha accettato di lasciare il dipinto in prestito al Museo per un anno. 

Recentemente il museo ha lanciato un progetto di realtà aumentata, grazie al quale gli utenti dell’app Moco Outside possono scoprire un nuovo mondo artistico aprirsi intorno a loro, visitando Museumplein.

“È una mostra dello Studio Irma, di cui abbiamo anche una mostra nel museo, molto popolare tra i giovani. Si tratta di un mondo colorato e in movimento che regala un pò di felicità, ispirato sulla tecnica di Pokémon Go”. Realtà aumentate e digitalizzazione sono tra le ultime tendenze nel settore culturale. La settimana scorsa un altro museo, il Maurithuis, ha inaugurato la sua versione virtuale.