La giunta di Amsterdam ha in programma di affrontare il problema della discriminazione sul mercato del lavoro utilizzando ciò che i funzionari della città chiamano “mistery guests”, inviati per identificare le aziende che utilizzano pratiche discriminatorie nel percorso di selezione del personale.

“La discriminazione è all’ordine del giorno sul mercato del lavoro di Amsterdam”, ha detto l’assessore Rutger Groot Wassink. “Le opportunità di ottenere un lavoro o uno stage nella nostra città non sono le stesse per tutti.”

Secondo dati nazionali, il 15% dei lavoratori pensa di aver subito discriminazioni a causa dell’età, del sesso o dell’origine etnica, circa 8.000 lavoratori sono in questa situazione, ha detto Groot Wassink.

‘Amsterdam è una città multietnica: nessun gruppo è dominante e questo significa che dobbiamo condividere la gestione dell’amministrazione”, ha detto.

Il progetto inizierà con società dove il comune ha un’influenza diretta come l’aeroporto di Schiphol, l’autorità portuale e la società di trasporto pubblico GVB. La città usa già “mistery guests” in locali notturni per verificare che la selezione all’ingresso non discrimini le minoranze.

Il piano che discuterà il comune, include anche il “blame and shame” di chi discrimina su base etnica.