Meno droghe sintetiche, più cannabis: è questa la mappa dei consumi di stupefacenti nella capitale a causa del Covid, dice AT5. “La crisi ha avuto un effetto anche sul consumo di droga in città. La clinica per le dipendenze Jellinek osserva un minor uso di party drugs e un aumento nel consumo di cannabis e alcol.

“La gente compra di più, ma viene di meno”, dice ad AT5 Paul Wilhelm, proprietario di una coffeeshop. Pochi turisti ma boom di locals che a quanto pare, costretti a casa dall’assenza di offerte in giro, guardano film e fumano canne.

Secondo Tom Bart van de Jellinek, questa tendenza si riflette nelle cifre: le droghe da vita notturna tradizionale sono in calo perché non c’è vita notturna mentre il consumo di queste altre droghe, cannabis e alcol, è in aumento.