La polizia di Amsterdam sta indagando sul macabro ritrovamento di un manichino decapitato, rinvenuto presso il cantiere della futura moschea a Noord.

La testa mozzata del pupazzo è stata appesa ad una ringhiera accanto ad un messaggio che recitava: “L’Islam non può essere separato dalle decapitazioni”. E concludeva: “Stop all’islamizzazione”.

“Nessuna mega moschea Dyanet ad Amsterdam Noord per il suo collegamento con il dittatore Erdogan” concludeva il messaggio.

La costruzione della moschea è stata autorizzata di recente dal consiglio comunale e dovrebbe ospitare fino a 600 fedeli. Foto del manichino sono state pubblicate sulla pagina FB di una formazione di estrema destra.