AMSTERDAM L’Het Parool è in crisi: mobilità per il 20% dei redattori

Non è in crisi solo l’editoria italiana: il Parool, quotidiano di Amsterdam, annuncia il taglio di 1/5 della sua redazione, mettendo in mobilità 14 dei suoi 84 redattori.

Ronald Ockhuysen, da aprile caporedattore del principale quotidiano della Capitale, ammette che il taglio è dovuto al drastico calo nelle vendite quotidiane, che quest’anno hanno toccato il minimo di 57.000, ma spiega al Trouw che la messa in mobilità dei redattori ha lo scopo di preservare il bilancio ancora positivo dell’azienda e aprire la possibilità di rilanciare le attività sul web.

“Digitale e deadline permanenti” sarebbero le nuove parole d’ordine della testata di Jacob Bontiusplaats. Il Parool è parte di Persgroup, società belga che pubblica anche AD e Trouw.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli