L’azienda ospedaliera OLVG di Amsterdam ha impiantato per la prima volta una protesi realizzata con la tecnica di stampa 3D.

L’intervento è stato effettuato su una giovanissima paziente di 13 anni a cui è stata impiantata una nuova anca. Il chirurgo Melinda Witbreuk ha diretto l’intervento e la protesi è stata realizzata in titanio.

“Attraverso questa nuova tecnica è stato possibile creare una parte anatomica che fosse delle dimensioni perfette. Questo ha permesso ai dottori di lavorare in maniera più accurata e permetterà alla paziente di camminare molto meglio”, queste le parole della dottoressa Witbreuk.

Negli anni passati la tecnologia 3D è stata utilizzata esclusivamente nella fase di studio che precede gli interventi chirurgici e quest’ultimo episodio rappresenta, quindi, uno step importante e pionieristico nella sanità olandese.