“L’Afghanistan non è un Paese sicuro”, con questo slogan un gruppo di attivisti, associazioni di afghani nei Paesi Bassi e una rappresentanza della sinistra attivista e di quella ufficiale (SP) è sceso in piazza in occasione del weekend dedicato alla mobilitazione per i diritti dei profughi afgani nei Paesi Bassi.

Il corteo, al quale hanno preso parte un centinaio di manifestanti, si è snodato tra piazza Dam e Krugerplein; tra gli altri, hanno preso parte anche alcuni richiedenti asilo del gruppo “We Are Here”.

Nonostante le condizioni di sicurezza nel Paese siano ancora precarie, l’UE ha sottoscritto con il governo afgano un accordo di rimpatrio che prevede l’espulsione di 80mila afgani .

Il 30 maggio una petizione, con appello al governo olandese a non espellere i richiedenti asilo afgani, verrà consegnata alla Tweede Kamer.

Per firmare la petizione: clicca qui