I risultati iniziali delle ispezioni del comune di Amsterdam sullo stato dei suoi ponti e banchine sollevano diverse preoccupazioni: dei ponti, alcuni sarebbero sull’orlo del collasso e l’ispezione dei primi 80 moli ha mostrato che tutti hanno bisogno di restauro urgente ha riferito l’assessora Sharon Dijksma.

La città ha iniziato a ispezionare i suoi 829 ponti l’anno scorso ma solo 21 sono stati effettivamente analizzati e per 10 sono state adottate misure. Molti di questi, il problema, sorgono su piloni in legno già in pessime condizioni. Le basi di molte di queste strutture hanno bisogno di interventi rapidi.

Secondo Dijksma, il numero di ponti che necessitano di lavori urgenti è superiore alle aspettative: il rischio di crolli, secondo l’assessora, è concreto. Lo stato delle banchine potrebbe essere  peggiore. Le prime 80 banchine ad alto rischio esaminate devono essere rinnovate con urgenza. Ma non basta: 190km di  pareti storiche richiedono un’ispezione immediata.

La situazione è talmente seria che stando all’assessorato sarebbe necessario lavorare ad una velocità otto volte superiore a quella attuale.