L’emergenza alloggi universitari ad Amsterdam ha superato i livelli di guardia e, se non si farà nulla a breve, gli studenti cominceranno ad optare per altri atenei olandesi. La denuncia è delle Università di di Amsterdam, dei college e delle associazioni che gestiscono il patrimonio immobiliare che chiedono alle istituzioni di intervenire. Secondo loro, Amsterdam necessita di almeno 2 mila nuovi alloggi studenteschi l’anno, scrive Het Parool.

La scarsità di alloggi influirà negativamente soprattutto sugli internazionali: un terzo dei circa 100 mila studenti attualmente in città proviene dall’estero. È importante per la città e per la sua economia internazionale basata sulla conoscenza, affermano le istituzioni. Gli studenti stranieri hanno bisogno di alloggi anche di più degli studenti olandesi, che possono vivere a casa mentre aspettano una stanza.

Le istituzioni scolastiche ed accademiche denunciano la situazione affermando che il comune di Amsterdam non sta facendo abbastanza: mancano all’appello almeno  12 mila alloggi ma i piani del comune si sono limitati ad 8 mila tra il 2014 e il 2018, per poi incrementarne 400 l’anno. Secondo il gruppo di pressione sarebbero, almeno, 2000 l’anno le camere “low budget” necessarie.

A supporto della chiamata, ci sono i dirigenti dell’Hogeschool van Amsterdam, dell’accademia Gerrit Rietveld, dell’Inholland, dell’Università di Amsterdam, della Vrije Universiteit e delle woning corporatie Duwo e De Key.