Il tribunale di Amsterdam ha confermato il divieto per una manifestazione di “protesta rumorosa” programmata per stasera alle 20 in piazza Dam, ad Amsterdam in occasione dei due minuti di silenzio per il Giorno della Memoria.

L’iniziatore Rogier Meijerink sperava che la corte avrebbe poi rovesciato questo divieto. Invece, oltre ad aver confermato il no alla manifestazione, la corte ha proibito anche la possibilità di protestare poco prima del momento di silenzio. 

Meijerink si aspetta che la sentenza del tribunale non fermerà i manifestanti. Secondo la stampa olandese, l’uomo ha affermato che almeno 300 persone saranno a piazza Dam per iniziare ad “urlare” alle 8 in punto.

“Lo faremo individualmente, e non in gruppi, quindi non saremo una manifestazione”. Secondo l’uomo quella del 4 maggio è una commemorazione di parte che ignora i crimini commessi dall’Olanda durante la guerra di decolonizzazione dell’Indonesia.