La notizia del supermercato Ekoplaza “senza imballaggi di plastica”, il primo del genere, ha fatto il giro del mondo. Ma dove si trova questa filiale ecologica? Stando al quotidiano Parool il punto vendita si trova accanto al negozio di Amsterdam West e li si troveranno quasi 700 prodotti diversi senza utilizzo di involucri di plastica per un totale di circa il 15% dell’intero stock della catena di supermercati biologici.

La novità ha fatto tanto rumore da aver attirato l’attenzione dei grandi network CNN, BBC e Al-Jazeera che l’hanno salutato come il primo supermercato al mondo “senza plastica” sugli scaffali.

Secondo quanto riportato dalla stampa britannica, Ekoplaza starebbe considerando l’idea di introdurre una sezione “plastic free” in tutti i 74 negozi prima della fine di quest’anno. Ma la notizia, a quanto dice il Parool, non risponde al vero: la catena di prodotti bio, infatti, straebbe ancora riflettendo sul modo in cui vuole attirare l’attenzione sui prodotti che non contengono affatto plastica.

L’anno scorso Ekoplaza è stata contattata dall’organizzazione ambientale inglese A Plastic Planet, spiega Does. Per attirare l’attenzione sulla contaminazione della natura da parte della plastica, ai supermercati è stato chiesto di liberare una “corsia” per i prodotti senza plastica. Tutti i supermercati britannici hanno detto no, ma a Ekoplaza è stato organizzato in mezz’ora, dice Siân Sutherland di A Plastic Planet.

Con un negozio separato, Ekoplaza vuole convincere sempre più fornitori che le cose possono essere fatte in modo diverso, dice ancora il quotidiano di Amsterdam. Con materiali migliori riciclabili come carta, alluminio e vetro, ma anche con nuove bioplastiche. Perché la plastica ha effettivamente una funzione:  i prodotti hanno una durata di conservazione più lunga e il rischio di contaminazione del cibo o gli sprechi, per esempio, sarebbero ridotti. “Questo è lo svantaggio della carta”, affermato il responsabile della qualità Steven IJzerman di Ekoplaza. “Le persone vogliono vedere il prodotto.”

Ekoplaza invita i fornitori ad investire in imballaggi compostabili, senza aumentare il prezzo finale. E annuncia di voler fare pressione sugli stessi fornitori affinchè investano nel cambiamento senza, però, arrivare ai negozi senza imballaggio che hanno avuto scarso successo.