Il comune di Amsterdam dovrà rimborsare, in via provvisoria, ad un cittadino della capitale 450 euro al mese per la cannabis terapeutica. Lo ha stabilito il giudice, dice il canale AT5, dando ragione al querelante.

L’uomo ha presentato alla municipalità una richiesta di sussidio speciale al comune in quanto l’assicurazione sanitaria non rimborsa più la marijuana da luglio 2017. “Non esistono sufficienti prove mediche sugli effetti della cannabis“, avrebbe affermato la compagnia.

Ma il tribunale la pensa diversamente: secondo il giudice, le prove portate dall’uomo sono sufficienti a dimostrare che non può fare a meno della cannabis. La marijuana, infatti, contribuirebbe in maniera determinante a fargli mantenere il peso, liberandolo dalla necessità di altri farmaci.

Oltre all’obbligo di pagare per la terapia a base di cannabinoidi, il tribunale ha stabilito che il comune dovrà riaprire il fascicolo: la previsione è infatti temporanea e d’urgenza. Spetta ora alla municipalità chiedere informazioni dettagliate sul caso e determinare se proseguire la copertura della cannabis.

La decisione finale sarà presa entro 8 settimane.