NL

NL

Amsterdam, i residenti di Java Eiland non vogliono il museo della schiavitù: rovinerebbe la vista sull’IJ

I residenti di Java-Eiland, ad Amsterdam Oost, hanno preso in mano la situazione: nel 2018 l’assessore all’urbanistica di allora, voleva realizzare un parco sul Kop van Java, ma tale idea non si è mai realizzata. Ecco perché il quartiere stesso ha progettato un parco ma in alternativa al museo per la schiavitù, dice AT5.

Il residente Huub Juurlink, un architetto paesaggista urbano di professione dice ad AT5 di aver progettato con altri residenti un nuovo parco cittadino per il Kop ma quando si parla dell’isola, come di una possibile sede per lo Slavernijmuseum, il tono cambia:  “Non siamo contrari a un Museo della schiavitù. Capisco persino che potrebbero volerlo costruire qui”, afferma Krommerij. “È un posto bellissimo, ma qui è troppo distante. Ci sono altri posti in cui sarebbe meglio”.

Ovviamente, questo il problema principale, “rovinerà” anche gran parte della vista sull’IJ. “Qualcuno ha già fatto il paragone: è un po’ come avere una persona alta seduta di fronte a te al cinema“. Krommerij spera che non diventi un progetto di prestigio politico e fa riferimento al Theater de Meervaart di Osdorp.

Nel progetto di Juurlink, tra le altre cose, si trova posto per il campo per cani, lo skate park e il giardino comunitario. E tanto verde. Ma niente museo.

Il comune ha affermato che l’ubicazione del Museo della schiavitù dovrebbe essere annunciata a gennaio.

SHARE

Altri articoli