“I risultati confermano che l’area metropolitana di Amsterdam è una delle località più interessanti dell’Unione europea e che la Brexit rafforza questa posizione”, ha affermato l’assessore agli affari economici Udo Kock. Secondo lui, le nuove società porteranno migliaia di posti di lavoro extra nei prossimi anni.

La Brexit continuerà ad essere importante per Amsterdam nei prossimi anni. Secondo il comune, oltre un centinaio di compagnie -oltre a quelle che hanno già fatto il passo- stanno pensando di venire ad Amsterdam. Molte di quelle aziende sono in attesa di accordi definitivi sulla Brexit. Ciò che colpisce è che molte più aziende hanno scelto di stabilirsi nella regione intorno ad Amsterdam. 31 delle 161 aziende hanno optato per un ufficio fuori città. Nel 2018, erano 18 delle 153.

a