NL

NL

Amsterdam, futuro incerto per il quartiere a luci rosse

La sindaca di Amsterdam, Femke Halsema, due settimane fa aveva annunciato di voler ristrutturare il quartiere a luci rosse. La scorsa settimana ha organizzato due meeting per discutere della ‘questione prostituzione’

Halsema ha proposto di contenere la tratta di esseri umani, proteggere le sex workers dai turisti irrispettosi e ridurre il sovraffollamento di turisti nella zona. Le proposte includono: spostare il quartiere a luci rosse in un altro quartiere, ridurre il numero di bordelli del centro città, chiudere interamente le attuali vetrine o aggiungerne altre autorizzate.

Sex workers e imprenditori come Elard Tissot van Patot, che operano nel tour del quartiere a luci rosse, sono inclini ad aprire più vetrine. Secondo Van Patot i problemi del sovraffollamento attuale sono da ritrovare nel Project 1012, lanciato dal governo dieci anni fa. Il quartiere, un tempo meta per il turismo del sesso e gli appassionati di cannabis, sarebbe così diventato un luogo di svago collettivo.

Nell’ultimo incontro di venerdì, presso il Compagnietheater, i partecipanti hanno scritto su dei fogli di carta cosa ne pensano dei problemi del quartiere. Ad esempio hanno suggerito come migliorare la zona, o come ridurre le attività criminali legate all’industria del sesso.

Il sindaco selezionerà poi una o due proposte, “inclusi i dettagli degli aspetti finanziari e legali”, e le presenterà al consiglio cittadino entro la fine dell’anno.

Prima di prendere una decisione, però, verranno organizzati ulteriori incontri pubblici.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli