Ancora molte le domande sulla misteriosa morte del trentenne italiano, avvenuta due mesi fa nella zona di Amsterdam Zuid. Alle prime ore dell’alba del 28 gennaio, la polizia era intervenuta a Vechtstraat, Amsterdam Zuid, chiamata dai residenti per sedare una lite. All’arrivo, trovò nell’appartamento il cadavere di un uomo, sorretto da altri due; la polizia li aveva posti in stato di fermo per rilasciarli.  La dinamica dell’accaduto non è stata ancora chiarita. Un portavoce della polizia ha detto ad AT5: “Non sappiamo se i due uomini hanno aggredito la vittima oppure si sono difesi da un’aggressione”. Gli agenti sono alla ricerca di un tassista, che avrebbe lasciato il trentenne in Vechtstraat, la sera prima del decesso. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l’ italiano avrebbe viaggiato da Rotterdam ad Amsterdam, pagando 160e al conducente. Il tassista è l’unico a questo punto in grado di fare chiarezza sull’accaduto.