Diemen-Zuid, giovedì sera: Alexander Lee un giovane del Zuid oost di Amsterdam viene fermato dalla polizia. Il motivo? Stava filmando con il cellulare la stazione su Snapchat. Il risultato è stato una multa di 95 euro e due ore nella cella.

Stando agli agenti che lo hanno fermato, la stazione non può essere filmata senza permesso. “Non lo sapevo”, ammette Lee. Stando alla sua versione dei fatti ad AT5, il giovane non avrebbe opposto resistenza. Gli agenti, invece, sostengono che il ragazzo non avrebbe obbedito agli ordini e avrebbe, anzi, continuato a filmare. Da qui la decisione di arrestarlo.

Colpo di scena è entrata anche GVB nella questione, spezzando una lancia a favore del ragazzo: filmare, non a scopi commerciali, sarebbe consentito. Alexander Lee è sul piede di guerra: secondo AT5, sarebbe pronta una denuncia e una richiesta di risarcimento danni alla sezione della polizia incaricata di vigilare sull’ordine pubblico.