NL

NL

Amsterdam è piena. E se costruissero verso l’alto? Ecco cosa dice la neuro-architettura

Nel contesto della carenza di abitazioni ad Amsterdam e delle incertezze nel settore edilizio a causa della caduta del governo, viene esaminata l’opzione di costruire in modo compatto ed alto. Tuttavia, l’effetto di una città così densa e alta sulla città stessa e sui cittadini è stato analizzato dal ricercatore Frank Suurenbroek, che ha utilizzato la neuro-architettura per la sua indagine.

La neuro-architettura è un nuovo campo di studio che applica le neuroscienze all’architettura e alle questioni urbanistiche. Suurenbroek ha utilizzato un “eye-tracker”, ovvero un paio di occhiali che misura trenta volte al secondo gli elementi nell’ambiente che attirano l’attenzione dei partecipanti, dice AT5.

Dai risultati della ricerca emerge che le persone sono particolarmente concentrate sull’ambiente , quindi i grattacieli non attirano immediatamente l’attenzione. Secondo Suurenbroek, la stratificazione è essenziale nel progettare quartieri urbani densi: “Creare gradazione, in cui edifici più bassi frammentano la distanza rispetto agli edifici alti e contribuiscono a rendere l’ambiente più caldo e piacevole per le persone”.

Un esempio di questa approccio è visibile nella progettazione della Sluisbuurt, un quartiere residenziale in costruzione nell’isola di Zeeburg. Qui, più edifici bassi saranno combinati con edifici alti, aggiungendo complessivamente circa 5500 nuove abitazioni alla città e creando così uno dei quartieri più densamente popolati di Amsterdam.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli