NL

NL

Amsterdam e GVB restituiranno i soldi guadagnati per deportare gli ebrei

Rob Dammers, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Il denaro guadagnato affittando tram ai nazisti per deportare gli ebrei di Amsterdam verrà donato: lo ha annunciato oggi il comune e la società GVB. Inoltre, alle fermate dei tram dove gli ebrei dovevano salire verrà eretto un monumento commemorativo.

Le motivazioni di questi piani derivano dal libro “Città Scomparsa”, che tratta dei tram utilizzati durante la seconda guerra mondiale per le deportazioni. Gli autori del libro, che ha anche ispirato un film, hanno rivelato all’inizio di questo mese che GVB ha avuto un ruolo cruciale nella deportazione di decine di migliaia di ebrei ad Amsterdam.

Nel comunicato stampa, il comune e GVB affermano di voler rinunciare al denaro guadagnato in questo modo: si tratta di circa 61.000 euro, ma il comune ha arrotondato a 100.000 euro. Secondo la sindaca Femke Halsema, l’importo non è destinato a essere un risarcimento, ma una restituzione di “denaro che il comune non avrebbe mai dovuto ricevere”.

Un altro elemento dei piani è l’installazione di monumenti commemorativi presso le fermate dei tram su Beethovenstraat, Victorieplein e Plantage Middenlaan. Quest’ultima fermata attualmente si chiama “Artis”, ma probabilmente il nome verrà cambiato in Artis/Nationaal Holocaustmuseum. GVB ha espresso parere favorevole a questa proposta.

Il Nederlands Instituut voor Oorlogsdocumentatie (NIOD) sta conducendo, su richiesta del sindaco, un’indagine più ampia sulle deportazioni degli ebrei ad Amsterdam durante la seconda guerra mondiale. In questa inchiesta, oltre al GVB, verranno esaminate anche altre istituzioni del comune.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli