Come riporta l’emittente AT5, dopo avere inserito nuove regole per contrastare l’attività di airbnb, i funzionari di Amsterdam inizieranno a prendere provvedimenti anche per il sistema dei bed and breakfast tradizionali.

A partire dal 2020, a tutti coloro che vorranno fornire un servizio di bed and breakfast nelle proprie case dovranno essere in possesso una licenza speciale rilasciata da un consiglio ad hoc. “Questa operazione è necessaria per evitare che sempre più case vengano utilizzate alla stregua di hotel: le case sono prima di tutto destinate ad essere abitate”, ha dichiarato il comune di Amsterdam.

Le persone che hanno già iniziato ad offrire ai turisti un servizio b&b nelle proprie case non saranno obbligati necessariamente ad ottenere la licenza speciale per continuare la propria attività.

Secondo un portavoce di Amsterdam Gastvrij, associazione di proprietari di bed and breakfast, circa il 50% dei turisti che si recano ad Amsterdam richiedendo un servizio b&b pernottano per una notte sola. Il 90% di quelli che intendono rimanere di più, invece, vanno in hotel.

“Stiamo costruendo 8000 nuove stanze di hotel”, l’imprenditore Hans Onno van den Berg ha detto a AT5. Focalizzandosi sul b&b, a città sta cercando di ‘asciugare un oceano utilizzando una  cannuccia’. “I problemi del turismo non sono causati solamente dagli alloggi gestiti da privati”, ha concluso l’organizzazione.