+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Amsterdam DNA, un omaggio interattivo alla storia della capitale

La mostra racconta la storia della città ed il suo carattere unico attraverso centinaia di dipinti, immagini e filmati

di Paola Macrì

 

L’Amsterdam Museum racconta tante storie; una di queste è racchiusa nella mostra permanente ‘Amsterdam DNA’. La mostra racconta la storia della città ed il suo carattere unico attraverso centinaia di dipinti, immagini e filmati.

La modernità e le origini vengono fuse mediante la proiezione di un itinerario in 3D della durata di 45 minuti. Seguendo i 4 valori cardine, imprenditorialità, libero pensiero, convivenza civile e creatività, la mostra analizza l’identità della capitale. Una città oggi famosa per la sua libertà e la sua tecnologia. Probabilmente queste evoluzioni erano custodite nel suo DNA e nella sua essenza già diversi secoli fa.
La mostra offre una visione diversa perché contraddistinta dall’immediatezza della percezione. Si tratta infatti di un viaggio attraverso il tempo e lo spazio.
L’esibizione si articola in una serie di audiovisivi, composti da 7 episodi che partono dalla sua nascita, fino alle sue battaglie perse e allo slancio di questi ultimi anni. Partendo dalle sue origini, ‘da Aemstelledamme ad Amsterdam’ il percorso spiega come le radici della città affondino su uno strato di sabbiatura ricoperta dal fango in cui è stato trovato un tipico esempio di calzatura indossata dai primi abitanti. La scarpa, in mostra, ha 700 anni e presenta ancora una stringa.
Nel capitolo successivo si arriva al ‘900, secolo in cui Amsterdam è cambiata rapidamente: da città povera e sovraffollata a metropoli moderna. Nonostante la rivoluzione industriale sia arrivata tardi, è progredita molto rapidamente. L’economia è fiorita, accanto ai vecchi mulini sono sorte nuove e moderne fabbriche.
Gli altri episodi seguono con la proclamazione dell’alba del Secolo d’Oro e l’affermazione della città come centro di potere economico della Repubblica delle Province Unite  fino a giungere all’occupazione da parte dei francesi.
Il materiale visivo è stato raccolto in base alla narrazione storica e le collezioni internazionali sono state utilizzate in aggiunta a quelle possedute dal Museo di Amsterdam, giungendo così ad una selezione di livello internazionale. L’Amsterdam Museum, ha sviluppato il percorso interattivo in stretta collaborazione con il direttore Martijn Hogenkamp ed il produttore Marcel Vrieswijk.
La sfida era quella di dare vita ai capolavori senza intaccarne la loro identità, o piuttosto la loro anima’. Il risultato da un punto di vista divulgativo è di buon livello, soprattutto per lo sguardo meno preparato e più aperto all’immaginazione dei neofita.
Con le sue 183 etnie, Amsterdam è la città più multietnica al mondo e negli ultimi 50 anni, il suo grado di internazionalizzazione è cresciuto in maniera esponenziale. DNA racconta proprio questa storia

 


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!