Sfila l’ultra destra di Pegida, Amsterdam diventa un’arena

Dopo un braccio di ferro di settimane, ondate di polemiche e tensione alle stelle è arrivato il giorno della manifestazione di Pegida ad Amsterdam e della contro manifestazione organizzata dall’SP e dai comitati di accoglienza dei rifugiati. Una giornata tesa e con i nervi a fior di pelle per il sindaco Eberhard van der Laan stretto tra chi avrebbe preferito vietare la piazza al movimento populista tedesco, anche per prevenire incidenti come ad Utrecht e Rotterdam, e chi invece invocava la libertà d’espressione anche per un movimento xenofobo e radicale come Pegida. In una giornata di mobilitazione europea della nuova ultra-destra, l’area di Waterlooplein diventa un’arena dove si fronteggeranno a distanza i sostenitori anti-rifugiati e il contro-corteo organizzato dall’SP. In realtà non è corretto parlare di corteo: tra le condizioni imposte dalle autorità agli organizzatori, c’era proprio il no a sfilare per le vie della città. La piazza del consiglio comunale sarà lo spazio riservato agli attivisti di Pegida mentre la contro-manifestazione “Vluchtelingen Welkom Racisme Niet ” avrà luogo a pochi passi di distanza, sulla piazza Jonas Daniël Meijer, alle 13, ossia due ore prima del via libera a Pegida che avrà due ore di tempo per urlare slogan contro i richiedenti asilo e l’islam. Le misure di sicurezza predisposte dal comune sono straordinarie: nuclei antisommossa, saranno dispiegati in giro per tutta l’area mentre un funzionario dell’ufficio del pubblico ministero (OM) si occuperà di monitorare striscioni e slogan per individuare in tempo reale eventuali violazioni di legge. Il sindaco ha già reso noto che bandiere dell’IS, di Hamas e svastiche non saranno tollerare. Van der Laan, ha spiegato alla stampa che la scelta di far venire a stretto contatto i manifestanti è stata decisa per evitare il ripetersi degli episodi di Rotterdam e Utrecht “Le due fazioni cercherebbero comunque il contatto, meglio tenerli vicini e controllare gli sviluppi” ha detto il burgemeester.

SHARE

Altri articoli