+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

MUSIC

Amsterdam, beat e indie on the road all’OCCII . Da Firenze arrivano i Plastic Man

di Elisa Battistella

 

Venerdì 1 febbraio i Plastic Man suoneranno all’OCCII, centro culturale di Amsteelveensweg. A dispetto del nome, Plastic Man nasce come trio a Firenze nel 2012.  Il 2016, con l’arrivo di un quarto componente, segna l’uscita del secondo album, Sounding Aquarium.

“Tutti gli strumenti sono stati registrati nello stesso momento ad eccezione della voce” spiega a 31mag Raffaele, voce e chitarra del gruppo. Che aggiunge: “per noi è una questione di metodo: creare qualcosa da due chitarre elettriche che si intersecavano tra loro con basso e batteria”. La scaletta di venerdì sera includerà qualche brano del primo album, Don’t look at the moon, e pezzi di Sounding Aquarium.

A bordo di un furgoncino bianco “arrugginito ma solido”, guidato dal fonico Fabio, si sono avventurati in Europa suonando in Francia, Portogallo, Spagna, Inghilterra, ma anche Germania, Svizzera, Belgio e Olanda. E, ci dicono, non è la prima volta. Questo tour è infatti un’occasione per “ritornare in quei posti dove siamo cresciuti”, racconta Raffaele riferendosi alle date in cui si sono già esibiti.

Ispirati al beat degli anni 60’ – 70’, ma anche “qualcosa dei 90’ e di indie dei primi anni 2000”, il loro sound cavalca l’onda di quelle influenze risultando una “somma di tutto quello che abbiamo ascoltato”. I testi sono in inglese perché “è bello pensare che ti rivolgi al mondo”. Ma anche per una questione di “fonetica e cadenza delle sillabe dove l’inglese è più flessibile e si adatta meglio al tipo di musica che facciamo”.  L’audience dei Plastic Man è europeo e la maggior parte dei fan sono al di fuori dei confini italiani.

La staticità non piace al gruppo: con l’uscita del terzo album, che “si rifà alla musique concrète degli anni 50′ e 60′”, si evolveranno ancora, aggiungendo un nuovo componente, e un nuovo strumento, le tastiere.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!