NL

NL

Amsterdam: autista Uber rifiuta passaggio ad una queer. La app lancia il “tasto anti-discriminazione”

Uber  ha ricevuto a inizio settimana una lamentela particolarmente scomoda: riportava infatti un atto di discriminazione, accaduto in Olanda.

La drag queen Jennifer Hopelezz ha sporto denuncia contro la società, perché si è vista rifiutare un passaggio da uno degli autisti ad Amsterdam.

Discriminazioni di questo tipo hanno diverse conseguenze, che vanno da un semplice avvertimento fino all’espulsione dall’app di Uber.

Secondo il portavoce del Pride, accade spesso che i tassisti rifiutino di trasportare passeggeri LGBTQ. Jennifer si è trovata nella stessa situazione anche nel 2016.

Oggi, il fatto ci stupisce ancora di più: all’inizio del mese di luglio infatti, i tassisti attivi ad Amsterdam hanno firmato una dichiarazione d’intenti, con lo scopo di creare un mercato dei trasporti libero dalla discriminazione. Il discrimination button proposto da Uber è proprio una di queste misure; l’azienda vorrebbe estenderlo a livello mondiale.

SHARE

Altri articoli