Anche le toilette del comune di Amsterdam diventeranno presto “gender neutral” seguendo l’esempio di Utrecht, scrive il quotidiano della capitale Het Parool. Una maggioranza del consiglio, capeggiata dall’SP, ha cosi deciso di togliere dall’imbarazzo i cittadini transgender, costretti -per ora- a scegliere i servizi per uomini o donne.

Nella proposta della consigliera Nelly Duijndam, è prevista la creazione di servizi “gender neutral” che andranno ad aggiungersi a quelli tradizionali. La proposta è supportata dal D66, partito di maggioranza relativa, dal Pvda e appunto dall’SP.

Secondo il Transgender Network Nederland, la questione non è solo di “colore”: persone transgender, soprattutto nel primo periodo dei trattamenti per cambiare sesso, vivrebbero una periodo molto delicato sul piano dell’identità; spesso, dice ancora la portavoce del Network, scegliendo la toilette del genere in cui si identificano sono vittime di episodi di discriminazione.

Una proposta simile è stata presentata presso il consiglio della circoscrizione Nieuw West.