The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CRIME

Amsterdam, arrestato esponente della ‘Ndrangheta a Waterlooplein. E’ la prima operazione del nucleo antimafia olandese

E' il primo caso risolto del nuovo pool antimafia olandese



Nei giorni scorsi la polizia di Amsterdam ha arrestato un 33 italiano, Gioacchino B., membro della ‘Ndrangheta calabrese in fuga dall’Italia.

Oltre al reato di associazione mafiosa, l’uomo è coinvolto da anni in un traffico internazionale di droga. L’uomo, cugino di Antonio Ascone, al vertice della ‘ndrina di Rosario, era stato infatti già arrestato nel 2006 in seguito all’indagine che ha portato alla luce un traffico internazionale di cocaina che collegava Sud America, Paesi Bassi, Belgio, Germania e Nord Italia.

Il clan Ascone è già conosciuto nei Paesi Bassi e nel Nord Europa poiché collegato  alla strage di Duisburg.

L’arresto di Gioacchino B. è avvenuto su segnalazione ricevuta dall’Italia.

Le forze speciali hanno individuato la posizione del ricercato in un’abitazione a Valkenburgstraat che hanno sorvegliato fino al suo arresto. L’operazione è stata inoltre seguita e supportata da due carabinieri arrivati dall’Italia. Questo arresto diventa dunque il primo caso risolto dal nuovo pool antimafia olandese istituito giusto qualche giorno addietro.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!